chiarapedala

il mondo visto da una bicicletta. in continuo movimento armonico, anche come metafora, come filosofia di vita. e canto e pedalo e vivo la città con una colonna sonora ogni giorno diversa. e la città ha ogni giorno una faccia diversa... io pedalo, e comu veni si cunta...

venerdì 8 febbraio 2008

ultimamente leggo molto

negli ultimi anni, oltre i libri, in viaggio o a letto, ho imparato a leggere molto altro.


a parte leggere rosalio la mattina al posto del giornale quotidiano.

a parte le etichette dei prodotti di bellezza in bagno.

a parte la data di scadenza sui cibi prima dell'acquisto.


ho imparato a leggere sull'espressione degli sconosciuti che mi incontrano per strada, mentre cammino, il loro stupore mentre mi guardano.

stupore a volte positivo a volte negativo. stupore comunque.

la loro curiosità veloce e silenziosa sui loro volti.

come se uscisse dalle loro teste un balloon, come in un fumetto.


ho imparato a leggere l'asfalto.

andando in bici una piccola imperfezione dell'asfalto può farti molto male.

può farti anche cadere.

allora leggo l'asfalto prima di passarci in bici, a volte evito le buche, quando non posso evitarle ci passo sopra, ma con consapevolezza. il miei occhi dicono al resto del corpo di prepararsi al colpo, che viene assorbito e attutito. peccato non poterlo comunicare anche al nero velo-destriero, che inevitabilmente subisce e a volte si sfascia un po'.


ho imparato a leggere i volti degli automobilisti.

agli incroci, guardo dentro l'auto che sta per mettermi sotto per capire se chi guida è presente o impegnato al telefono o in pensieri interiori.

il mio comportamento varia a seconda del risultato della lettura, dell'interpretazione che avviene nel giro di attimi, frammenti.

se è il caso suono il campanello a ritmo di tango, o canto all'automobilista che ci sono anche io.


ho imparato a leggere tra le parole di routine con i miei genitori, una dimostrazione di affetto timida.

in un "tiservequalcosadaeurospin" leggo "ci fa piacere farti piacere" :)


ho imparato a leggere dal pomodorino in cottura che mi è esploso in faccia oggi che è meglio non distrarsi mentre si cucina!


leggere al di là delle parole.

e se fossi dislessica?


Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page