chiarapedala

il mondo visto da una bicicletta. in continuo movimento armonico, anche come metafora, come filosofia di vita. e canto e pedalo e vivo la città con una colonna sonora ogni giorno diversa. e la città ha ogni giorno una faccia diversa... io pedalo, e comu veni si cunta...

lunedì 9 giugno 2008

due sassi in tasca

cammino con due sassi in tasca.
il sole è forte, il cielo è pulito, limpido e l'aria è fresca tra i miei capelli corti.
pensieri e musica nella testa. cammino e ballo un po'.
cammino al ritmo di musica.
sorrido, quasi.

su un sasso c'è scritto: no allo stress.
l'ho preso da savino.
poi gli offerto un modesto pranzo e lui mi ha regalato il secondo sasso, su cui c'è scritto: sei una dolcissima pratolina.
e mi spiega savino, che le pratoline sono quelle margheritine piccole piccole, bianche, che crescono solo in montagna.

cammino con due sassi in tasca.
in città, con la musica e i pensieri nella testa.sorrido, cammino e piango.
piango perché mi rendo conto che a volte basta un gesto semplice semplice, quasi banale, ma fatto con il cuore, per farmi dimenticare le cose brutte.
soprattutto le cose inutilmente spiacevoli. quelle inutili ma che succedono lo stesso.

e cammino con due sassi in tasca.
sorrido, guardo il sole, passeggio e canticchio.
i due sassi non pesano, anzi, mi alleggeriscono.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page